Dopo le vacanze estive il Crispiano Marathon Club riparte con un bel Brindisi

In agosto con il caldo si corre meno, si fermano anche i circuiti podistici del CorriPuglia e del Trofeo due Mari, ma a settembre si riparte subito tutti uniti per la “XVIII Stracittadina Brindisina” valevole come 6° tappa del  Trofeo due Mari che assegna un punteggio doppio. Noi del Crispiano Marathon Club siamo quasi al completo, 19 iscritti, poi qualche defezione per infortunio come il forte Corrado porterà il numero dei partenti a 16.
Ritiro pettorali in zona porto Seno di Levante, poi ci incamminiamo verso il centro dove partirà la gara; parlando con gli amici sento il loro crescente interesse per la prossima maratona di Lecce e sarà un piacere ritornare a correre una maratona insieme a numerosi compagni si squadra.


Prima della partenza la classica foto di gruppo e poi riscaldamento lungo Corso Roma.
In attesa dello sparo iniziale prendo posizione nelle prime file per poter vedere sfrecciare davanti a me tutti gli amici; al mio fianco noto uno strano movimento; numerosi podisti che agitano un braccio verso l’alto, penso ad un nuovo ballo o un flash mob invece ricordando quello che mi aveva accennato Filippo in fase di riscaldamento, intuisco che stanno cercando il segnale GPS.
Allo start gli atleti delle prime file scattano via rapidi, dietro sento una marea scalpitante di podisti, così per non rallentare nessuno mi sposto a bordo strada; Karletto e Luciano che erano insieme a me partono veloci e li vedo già avanti cercare strada libera correndo sul marciapiede.

Poco dopo, a metà del viale iniziale mi raggiungono in successione Giuseppe, con la caratteristica bandana, Pino dal passo leggero ed elegante e poi Massimo anche lui sul marciapiede e prima di arrivare in zona porto mi supera anche Giuliano.

Non ho visto i nostri top runner Sandro ed Orazio ma sicuramente saranno ormai lontani molto più avanti.

Alle fine del lungo viale iniziale arriviamo nel bacino portuale e lo costeggeremo per un lungo tratto percorrendo prima una zona elegante e ben curata, poi la zona più marinara con pavimentazione a chianche e passando a fianco dei cassonetti si respira il “profumo” intenso e forte del mare infine si aprono per noi i cancelli dell’arsenale militare ed ammiriamo all’ancora la nave militare “San Giorgio” adibita al trasporto dei marò del Reggimento “San Marco”. In questa fase mi raggiunge, saluta e supera il keniano Michele ritornato in splendida forma subito seguito dalla tenace Fabiana e dal presidente Franco. Attorno al Km 3, usciti dall’area della Marina Militare ci aspetta una bella sorpresa, dopo un ponte pedonale inizia una salita di circa 400 metri, si lascia il porto e ci si avvia verso metà gara, vedo passare sulla via del ritorno la bella coppia ancora unita Karletto-Luciano, supero il Km 5 ed incontro la sorridente Rossella scortata da Alessandro.


La seconda  parte del percorso ripercorrerà le stesse strade dell’andata, ad eccezione dell’ultimo km, ma se all’andata la mia attenzione si era rivolta verso il mare ora al ritorno punto il mio interesse verso gli edifici lato città, superato il Km 8 sulla destra del percorso scorgo con meraviglia la scalinata in cima alla quale vedo le famose colonne romane simbolo della città di Brindisi.  Giunto al Km 9, sono ancora in zona porto e penso di dover ripercorrere ancora il lungo viale iniziale, quindi risparmio le ultime energie per lo sprint finale, invece passa qualche centinaio di metri e vedo vicino davanti a me l’arco d’arrivo e capisco solo allora che l’arrivo non coincide con la partenza. Non ho nemmeno il tempo di accennare lo scatto finale e mentre affannato taglio il traguardo vedo Orazio riposato e rilassato seduto su una panchina che si gode gli arrivi degli amici. Un paio di minuti ed arriva Santino, sorprendentemente dopo di me, rallentato da problemi fisici. Infine Rossella ed Alessandro e a chiudere il nostro gruppo arriva Luigi “il Nonno”.
Una menzione particolare se la merita Sandro salito sul podio dei premiati e che mostra una sequenza di risultati e miglioramenti impressionante; come riporta la classifica ufficiale oggi ha corso ad un ritmo di 3 minuti e 46 secondi al Km e presto potrà competere anche per i primi posti della classifica assoluta.


Il giudizio sulla gara è sicuramente positivo, gli organizzatori della Atletica Amatori Brindisi hannno proposto un percorso chiuso al traffico e che ha mostrato i punti caratteristici della città.
Per noi del Crispiano Marathon Club è stato un successo, una vittoria dell’amicizia che ci lega e ci spinge a correre insieme.

 

ANDREA ADANTI

 

 

mouseover